Tu mi guardi dalla croce (Mozart)

TU MI GUARDI DALLA CROCE
W.A. Mozart

 Spartito

Tu mi guardi dalla croce questa sera mio Signor,
ed intanto la tua voce mi sussurra dammi il cuor.

Questo cuore sempre ingrato, oh comprenda il Tuo dolor,
e dal sonno del peccato lo risvegli, alfin, l’Amor.

Madre afflitta tristi giorni ho trascorso nell’error,
Madre buona fa’ ch’io torni lacrimando al Salvator.