Padre ho peccato (Frisina)

PADRE HO PECCATO
M. Frisina

 Spartito

PADRE, HO PECCATO CONTRO IL CIELO E CONTRO DI TE,
NON SONO DEGNO D’ESSERE TUO FIGLIO.
PADRE PIETÀ, PIETÀ DI ME.

Lo vide il padre quando era ancora lontano,
lo vide e il suo cuore fremette,
allora gli corse incontro,
gli si gettò al collo e lo baciò.

Ma il padre disse ai servi: Portatemi presto,
portate qui il vestito più bello,
mettetegli al dito l’anello,
portate qui i calzari per lui.

Preparate presto il vitello più grande,
mangiamo e facciamogli festa,
mio figlio era morto ed ora vive,
era perduto ed ora egli è qui.