Qui presso a te Signor (–)

QUI PRESSO A TE SIGNOR
(Anonimo XIX secolo)

 Spartito

Qui presso a Te, Signor, restar vogl’io:
è il grido del mio cuor l’ascolta o Dio!
La sera scende oscura sul cuor che s’impaura,
mi tenga ognor la fe’ qui presso a Te.

Qui presso a Te, Signor, restar vogl’io:
niun vede il mio dolor, Tu il vedi o Dio.
O vivo pan verace, sol Tu puoi darmi pace,
né pace v’ha per me lontan da Te.

Amen.